protezione solare

Protezione Solare – come abbronzarsi bene e coscienziosamente

Tutto quello che bisogna sapere prima di abbronzarsi

 

Prima di esporci al sole, sia al mare che in montagna dovremmo tutti conoscere alcune cose sui danni che possono causare i raggi solari e su quanto sia importante utilizzare la giusta protezione solare.

L’esporsi al sole senza protezione solare, può far incorrere in diversi rischi, purtroppo alcuni anche molto gravi.
  1. Scottature ed eritemi solari: se ci esponiamo al sole per diverse ore senza applicare la protezione solare, potremo scottarci e nel peggiore dei casi ustionarci. Inoltre, con la comparsa di bollicine ed eritemi solari, l’abbronzatura non sarà omogenea .
  2. Invecchiamento della pelle: il troppo sole e preso in modo sbagliato, causa l’invecchiamento precoce della pelle con la conseguente comparsa di rughe.
  3. Macchie solari: un’altra conseguenza dell’esposizione al sole senza la protezione, è la comparsa delle macchie solari sul viso e sul corpo, possono essere di piccole o grandi dimensioni, e spesso sono difficilissime da togliere.
  4. Tumore della pelle: una prolungata esposizione solare, senza una adeguata protezione, può portare alla formazione di tumori della pelle, quindi è molto importante, oltre ad usare le protezioni appropriate, non esporsi mai al sole nelle ore più calde. Evitare quindi le ore che vanno dalle 12 alle 16.

Cosa fare per abbronzarsi senza scottarsi?

  • I soggetti con pelle chiara (soprattutto le persone con lentiggini e capelli biondi o rossi) devono essere particolarmente diligenti nell’applicare la protezione solare.
  • Evitare l’esposizione al sole durante le ore più calde del giorno, dalle 11 alle 16, quando l’intensità del sole è più elevata e i raggi solari più dannosi.
  • Tenere sempre in considerazione la presenza di eventuali superfici riflettenti, come ad esempio sabbia, neve, ghiaccio e acqua che possono riflettere fino all’80% dei raggi UV, intensificando l’esposizione (radiazione riflessa).
  • Applicare sempre la protezione anche prima di svolgere attività all’aria aperta, indipendentemente dall’esposizione diretta e consapevole alla luce solare, soprattutto per lunghi periodi di tempo (4 o più ore di esposizione al sole), in questi casi scegliere una protezione solare che offra un fattore di protezione solare (SPF) pari o superiore a 30.

Come si utilizza la crema solare?

Prima di utilizzare la crema solare, agitare sempre bene la confezione e distribuirla generosamente su tutta la pelle esposta.
La quantità giusta da utilizzare per la copertura di tutto il corpo (in un adulto) è indicativamente, circa 35 ml (per ogni applicazione).
Applicare uno strato troppo sottile di prodotto potrebbe ridurre la capacità del filtro solare di assorbire o riflettere la luce UV.
Bisogna sempre prestare particolare attenzione alle zone più sensibili come ad esempio il naso, le orecchie e i piedi.
Si dovrebbe applicare la protezione solare su pelle asciutta 30 minuti prima dell’esposizione ai raggi solari e bisognerebbe riapplicarla ogni 2 ore.


Vero o falso:

Fare lo scrub toglie l’abbronzatura?

Purtroppo è una credenza ancora molto diffusa che lo scrub tolga l’abbronzatura.
Non c’è nulla di più falso, è l’esatto opposto!
L’abbronzatura, con il tempo, tende a sbiadire e ad ingrigire, la pelle si squama e l’effetto sano che si è ottenuto subito dopo l’esposizione al sole scompare nel giro di pochi giorni.
Lo scrub corpo diventa quindi indispensabile per mantenere un colorito sempre luminoso e soprattutto avere un abbronzatura duratura nel tempo.
Lo scrub regala una pelle morbida, poiché aiuta ad eliminare le cellule morte che fanno apparire la pelle screpolata e ingrigita e opaca.
Si consiglia di farlo due/tre volte a settimana, il più indicato è il Talasso Scrub, si tratta di uno scrub particolare, che utilizza zucchero di canna, sali marini e un mix di oli essenziali con l’effetto di eliminare le scorie e la pelle morta dal nostro corpo e al tempo stesso proteggerla e idratarla in profondità.


E’ necessario idratare la pelle tutti i giorni dopo l’esposizione solare?

Idratare la pelle dopo l’esposizione solare è determinante!
Se da una parte la nostra carnagione ha sicuramente un colorito più sano e abbronzato, dall’altra, l’eccessiva esposizione al sole può avere seccato la pelle e contribuito a disidratarla.
Esporsi continuamente ed eccessivamente al sole, senza le giuste precauzioni, lascia indubbiamente dei segni indelebili sulla nostra pelle. Questo fenomeno si chiama “foto-aging”, cioè quel processo biologico che invecchia la cute a causa dei raggi solari.


Cosa fare per ridonare elasticità ?

Il primo rimedio efficace è bere tantissimo.
La pelle infatti ha bisogno di acqua per essere idratata, è per questo che è sempre bene ricordarsi di bere molta acqua).
E’ preferibile scegliere una dieta pensata con le cosiddette proprietà antiossidanti: Vitamine A, C, E oltre alcuni minerali come lo zinco (cereali, legumi, frutta oleosa, carne, pesce, carote, sedano e spinaci) e il selenio (aglio, broccoli, cavolo, cetrioli, cereali, cipolle, funghi, tuorlo d’uovo, pesce, formaggi stagionati, carne).
Dopo ogni esposizione al sole si consiglia fare una doccia o un bagno caldo: il calore dell’acqua dilata i pori e permette alla pelle di riacquisire l’ossigeno di cui necessita.
Dopo la doccia poi, è fondamentale applicare sul corpo una crema altamente idratante e lenitiva o dell’olio di argan puro (ricordarsi di applicare l’olio di argan sempre solo su pelle umida).
Per quanto riguarda il viso, ricordatevi sempre di applicare sempre delle creme e dei sieri ultraidratanti e antiage.

L’ideale sarebbe, dopo l’esposizione al sole e dopo la doccia applicare una maschera idratante e lenitiva all’acido ialuronico, così otterrete una pelle perfettamente abbronzata, luminosa e idratata.